Strauss-Kahn, lunedì via al processo per sfruttamento di prostituzione

Parigi (Francia), 30 gen. (LaPresse/Reuters) - Inizierà lunedì nel tribunale di Lille, nel nord della Francia, il processo all'ex direttore del Fondo monetario internazionale (Fmi) Dominique Strauss-Kahn, che lo vede accusato di sfruttamento aggravato della prostituzione. Se sarà condannato, il 65enne rischierà la condanna a 10 anni di carcere e una multa da 1,5 milioni di euro. La procura sostiene che Strauss-Kahn e gli altri 13 imputati nel caso sapessero di avere a che fare con prostitute durante feste a cui parteciparono a Parigi, Lille e Washington tra il 2008 e il 2011. Gli avvocati della difesa hanno sempre smentito le accuse, affermando che l'ex candidato all'Eliseo avesse un debole per festini, ma che non sapesse che le donne presenti erano prostitute.

Inoltre, hanno negato che avesse un ruolo organizzativo nel giro di prostituzione legato all'hotel Carlton di Lille. Il processo apre un nuovo capitolo nelle vicende legali dell'ex direttore dell'Fmi, che finora è riuscito a evitare una condanna penale. Nel 2011, infatti, Strauss-Kahn fu accusato di tentato stupro da una cameriera dell'albergo Sofitel di New York, Nafissatou Diallo. La donna fu tuttavia giudicata poco credibile dalla procura e il caso penale fu chiuso, mentre quello civile si concluse con un accordo extragiudiziale. La vicenda portò tuttavia alle dimissioni di Strauss-Kahn dall'Fmi e alla sua rinuncia alla corsa per l'Eliseo. A seguito dello scandalo il 65enne ha divorziato dalla moglie, la giornalista Anne Sinclaire, e si è dedicato alla carriera nel settore degli investimenti.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata