Strauss-Kahn interrogato da polizia Lille su giro prostituzione

Parigi (Francia), 21 feb. (LaPresse/AP) - Dominique Strauss-Kahn è arrivato alla stazione di polizia di Lille, nel nord della Francia, per un interrogatorio su un presunto giro di prostituzione in hotel di Francia e Belgio. Un giornalista di Associated Press riferisce che l'ex direttore del Fondo monetario internazionale, che ha lasciato la carica lo scorso maggio dopo essere stato accusato di tentato stupro da una cameriera dell'albergo Sofitel di New York, si è presentato alle autorità intorno alle 9. Secondo gli inquirenti, il giro di prostituzione coinvolge agenti di polizia e altri funzionari. Finora gli investigatori hanno raccolto le testimonianze di prostitute che dicono di aver avuto rapporti sessuali con Strauss-Kahn nel 2010 e 2011 in un albergo di lusso e in un ristorante di Parigi e anche a Washington, dove l'ex direttore dell'Fmi ha vissuto quando era a capo dell'organizzazione.

Due uomini legati a Strauss-Kahn sono sotto indagine con l'accusa di aver organizzato giri di prostituzione e di aver fatto un uso illegale di fondi aziendali. Il nome del politico francese è comparso nel fascicolo lo scorso autunno e in seguito il suo legale ha chiesto che lo stesso Strauss-Kahn potesse fornire la propria versione dei fatti. Gli avvocati dell'ex direttore dell'Fmi hanno ammesso che il politico ha partecipato a orge, ma senza sapere che le donne presenti fossero prostitute. "È facile capire che non ne fosse a conoscenza perché, come potete immaginare, a questo tipo di feste non si è sempre vestiti e io vi sfido a distinguere una prostituta nuda da ogni altra donna nuda", aveva dichiarato a dicembre il legale Henri Leclerc all'emittente radiofonica Europe 1. I giornali francesi hanno soprannominato l'indagine 'L'affare Carlton' quando è emerso che alcuni degli incontri a sfondo sessuale si erano tenuti anche nel lussuoso hotel di Lille. Strauss-Kahn è stato assolto da ogni accusa nel caso di New York perché la cameriera, Nafissatou Diallo, è stata dichiarata inattendibile dalle autorità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata