Strage Texas, Trump: "Armi non sono il problema"
Ci sarebbero motivi familiari dietro alla strage in Texas, dove un ex militare di 26 anni ha ucciso 26 persone nella chiesa battista di Sutherland Springs. L’uomo, che poi è stato trovato morto nella sua auto, avrebbe litigato con la suocera. La donna frequentava la chiesa dove il giovane ha aperto il fuoco. Sulla vicenda è intervenuto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. “Non c'entrano le armi, si tratta del gesto di un pazzo. Per fortuna c'era qualcun altro pronto a sparare”.