Strage Orlando, killer disse al 911: Sono un soldato islamico
Mateen ad un negoziatore: "Stati Uniti fermino i bombardamenti in Siria e Iraq"

In una delle telefonate fatte al 911, le cui trascrizioni sono state diffuse oggi dall'Fbi, il killer del massacro nel locale gay Pulse di Orlando, il 29enne Omar Mateen, si era identificato come "soldato islamico" e aveva detto a un negoziatore di chiedere agli Stati Uniti di fermare i bombardamenti in Siria e Iraq.

Le trascrizioni parziali diffuse oggi non includono la parte in cui sarebbe avvenuto il giuramento di fedeltà al leader dello Stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi. "Nonostante le dichiarazioni omicide, il killer le ha fatte in modo agghiacciante, calmo e deliberato", ha detto un assistente speciale dell'Fbi incaricato del caso, Ron Hopper.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata