Stoccolma: l'attentatore doveva essere espulso
Il 39enne uzbeko arrestato per l'attacco di venerdì con un tir nel centro di Stoccolma doveva essere espulso dalla Svezia nel dicembre 2016 ma di lui si erano perse le tracce. All'uomo con simpatie jihadiste era stato negato l'asilo. Intanto sono state identificate le 4 vittime: sono due cittadini svedesi, un britannico e un belga. 15 i feriti. E la polizia ha posto in stato di arresto un secondo uomo coinvolto nell'attentato. Migliaia di persone si sono raduntate a Sergels Torg, nel centro di Stoccolma, per rendere omaggio alle vittime. La veglia è stata chiamata 'Lovefest', festa dell'amore contro il terrorismo.