Foto pubblicata da Stacey Abrams sul suo profilo Twitter
Stacey Abrams rompe un'altra barriera: sarà la prima afroamericana a rispondere allo Stato dell'Unione

"Voglio presentare una visione di prosperità e uguaglianza, dove chiunque nella nostra nazione ha voce e dove ciascuna di queste voci viene ascoltata"

Stacey Abrams è stata la prima donna afroamericana candidata come governatrice di uno Stato per un grande partito politico statunitense. Ha perso le elezioni, ma la democratica sta per far saltare un'altra barriera: sarà la prima donna nera a pronunciare la risposta formale a un discorso sullo Stato dell'Unione, in questo caso del presidente Donald Trump. La dichiarazione di Trump è in programma la sera del 5 febbraio, dopo che è stata rinviata dal 29 gennaio a causa dello scontro con i Dem sui fondi per il muro al confine con il Messico, per lui indispensabile a fermare "l'invasione" dei migranti descritti come criminali. "Voglio presentare una visione di prosperità e uguaglianza, dove chiunque nella nostra nazione ha voce e dove ciascuna di queste voci viene ascoltata", ha affermato Abrams in una nota, accennando al proprio discorso.

Il testo della democratica racconterà episodi della sua vita, della campagna elettorale e le sue posizioni su temi chiave. "Il suo elettrizzante messaggio di coraggio, perseveranza e speranza ha rinvigorito la nostra nazione e la nostra politica, continua a ispirare milioni di americani in ogni parte del Paese", ha affermato la speaker democratica della Camera, Nancy Pelosi. La politica è stata al centro dello scontro fra Trump e i democratici sul muro, e proprio su quest'ultimo e sul collegato shutdown ha segnato una vittoria Dem.

Abrams ha tenuto a novembre un intervento nel programma di conferenze Ted, in cui ha ripercorso la propria sconfitta politica e il proprio impegno. "So che devono esserci donne che parlano per chi non ha voce, persone oneste che rifiutano l'oppressione, persone che comprendono che la giustizia sociale appartiene a tutti noi. Questo mi sveglia ogni mattina, questo mi fa combattere ancor più duramente", ha detto in quell'intervento. E ha proseguito, dopo aver raccontato le proprie umili origini: "So che cosa voglio: giustizia. So che cosa voglio perché la povertà è immorale ed è una macchia sulla nostra nazione, so come ci arriverò: andrò avanti ogni singolo giorno".

Abrams ha già raggiunto importanti tappe politiche. Nel 2010 è stata la prima donna a guidare un partito all'Assemblea generale della Georgia e la prima afroamericana a guidare la Camera dello Stato, come leader della minoranza. Durante la sua campagna elettorale per il voto di midterm 2018 al suo fianco sono scese in campo numerose grandi personalità: tra loro la star della tv Oprah Winfrey e l'attore Will Ferrell. "Arretrare non è un'opzione e stare fermi non è abbastanza", è un motto di Abrams.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata