Sri Lanka, ultimi preparativi per Papa: dispiegati 20mila agenti

Colombo (Sri Lanka), 12 gen. (LaPresse/Xinhua) - Lo Sri Lanka si prepara ad accogliere il Papa, che arriverà domani per una visita di due giorni. Nell'ambito delle misure di sicurezza predisposte per l'occasione saranno dispiegati oltre 20mila poliziotti. Ultimi ritocchi inoltre per la gigante cappella a cielo aperto allestita lungo la spiaggia di Galle Face a Colombo, la capitale. La messa principale sarà celebrata infatti nel parco urbano di Galle Face Green, che corre lungo la costa, e in quella occasione il traffico sarà limitato fino a termine della cerimonia. Intanto si è tenuta all'aeroporto internazionale la prova generale della cerimonia di benvenuto, a cui hanno partecipato il cardinale Malcom Ranjith e il segretario del presidente P.B. Abeykoon.

Il pontefice sarà il primo leader straniero a visitare lo Sri Lanka dopo le elezioni presidenziali dello scorso giovedì, in cui è stato eletto a sorpresa Maithripala Sirisena, che ha giurato venerdì. A invitare papa Francesco era stato l'ex presidente, Mahinda Rajapaksa, ma a riceverlo domani sarà il nuovo capo di Stato. Francesco dichiarerà inoltre il primo santo dello Sri Lanka, dove vivono 1,2 milioni di cattolici, e sarà il primo Papa a visitare le regioni settentrionali del Paese che sono state teatro della guerra civile, con un gesto che si spera agevolerà la riconciliazione fra la minoranza Tamil e la maggioranza cingalese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata