Spazio, Usa: Navetta Virgin distrutta dopo avvio sistema discesa

Los Angeles (California, Usa), 3 nov. (LaPresse/AP) - La capsula SpaceShipTwo di Virgin Galactic, disintegratasi in volo venerdì sul deserto del Mojave in California, è andata distrutta dopo che il congegno per rallentarne la discesa si è attivato in anticipo. Lo ha appurato la National Transportation Safety Board (Agenzia nazionale per la sicurezza dei trasporti, Ntsb), il cui facente funzione come presidente Christopher Hart ha precisato che l'esatta causa del disastro, in cui il co-pilota è morto e il pilota è stato ferito gravemente, non è stata ancora determinata. Tuttavia, ha aggiunto Hart, gli investigatori del Ntsb hanno accertato che il sistema di 'feathering', che fa inclinare le code della navicella per creare resistenza aerodinamica e rallentare il rientro della capsula dallo spazio, si è attivato prima che venisse raggiunta la giusta velocità.

Il sistema è progettato per funzionare in due fasi: il co-pilota ha attivato la prima, ha detto Hart, aggiungendo però che la seconda parte della procedura è avvenuta "senza che venisse impartito il comando". "Quello che sappiamo è che, dopo essere stato sbloccato, il sistema di rientro si è attivato e due secondi dopo la capsula si è disintegrata", ha detto Hart. Saranno necessari mesi per completare l'indagine sull'incidente e gli investigatori stanno valutando le ipotesi di un errore del pilota, di un guasto meccanico, di un problema di progettazione o di possibili pressioni per continuare i collaudi della navicella, ha detto Hart. "Non ci sbilanciamo e non escludiamo alcuna ipotesi", ha dichiarato. "Stiamo valutando tutte queste ipotesi per arrivare alla causa di questo incidente", ha affermato ancora Hart.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata