Sparatoria in Florida: killer incriminato, rischia pena capitale
Santiago, ex militare, ha spiegato agli agenti di aver pianificato l'attacco

Esteban Santiago, 26enne statunitense veterano dell'Iraq, è stato incriminato in un tribunale federale per aver ucciso cinque persone sparando in un attacco con armi da fuoco all'aeroporto di Fort Lauderdale-Hollywood, in Florida. Rischia la pena di morte, hanno fatto sapere i procuratori. Gli investigatori stanno indagando sulla sua salute mentale e sull'eventuale ruolo di quest'ultima nella sparatoria. È stato incriminato per atti violenti in un aeroporto, aver causato gravi ferite, aver usato un'arma da fuoco durante un crimine violento e aver causato la morte di persone con armi da fuoco, ha fatto sapere  il dipartimento di Giustizia.

 Secondo le carte processuali, Santiago ha spiegato agli agenti di aver pianificato l'attacco e di aver comprato un biglietto di sola andata per la Florida. Intanto, non è esclusa la pista del terrorismo come motivazione e proseguono le indagini su un recente viaggio del sospettato. Santiago comparirà in tribunale a Fort Lauderdale domani. Cinque persone sono state uccise nella sparatoria, mentre circa 30 sono state portate in ospedali locali con ferite di vario tipo.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata