Spagna, i matrimoni gay sono costituzionali

Madrid (Spagna), 6 nov. (LaPresse/AP) - La Corte costituzionale spagnola ha confermato la legittimità dei matrimoni omosessuali, respingendo l'appello secondo cui la Carta del Paese ammetterebbe solo le unioni tra uomo e donna. La Corte ha deciso con otto giudici favorevoli e tre contrari a respingere il ricorso presentato dal Partito popolare di Mariano Rajoy. Nel 2005 la Spagna, allora a governo socialista, divenne il terzo Paese al mondo ad ammettere le nozze gay. Prima lo fecero Olanda e Belgio. Secondo i sondaggi gli spagnoli sono favorevoli alla possibilità che gli omosessuali possano sposarsi e sono sinora più di 22mila le cerimonie celebrate nel Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata