Spagna, 1° giorno di corsa tori a Pamplona: 4 feriti, nessun incornato

Pamplona (Spagna), 7 lug. (LaPresse/AP) - Diverse migliaia di persone hanno partecipato alla prima giornata di corse dei tori alla tradizionale festa di San Firmino a Pamplona, in Spagna, che si è aperta ieri. Quattro i feriti di oggi, tre dei quali sono già stati dimessi dall'ospedale, e nessun incornato. La corsa di oggi è durata quattro minuti e sei secondi, relativamente tanto rispetto alla media, a causa del disorientamento di uno dei tori.

Il governo regionale di Navarra, responsabile dell'organizzazione del festival, ha fatto sapere in una nota che nessuno dei quattro feriti è in condizioni gravi. Si tratta di: un 24enne australiano identificato solo con le iniziali J. C., che è stato trattato per escoriazioni; un 44enne originario del Regno Unito e un cittadino americano identificato solo come C.S.; l'unico a restare in ospedale è un 36enne di Pamplona, che ha riportato comunque ferite di lieve entità.

Il festival dura nove giorni e comincia ogni mattina alle 8, quando sei tori che vengono educati in modo specifico per le corse, si lanciano per le strette stradine medievali di Pamplona affollate di partecipanti. I tori impegnati nelle corse della festa di San Firmino possono pesare fino a 625 chilogrammi e ognuno indossa un campanaccio. Dal 1924, quando sono cominciate le registrazioni delle vittime, alla festa di Pamplona sono morte 15 persone. Il festival è stato reso famoso anche da Ernest Hemingway, che lo ha raccontato nel romanzo 'Fiesta, il sole sorgerà ancora'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata