Somalia, Unione africana: 10 soldati uccisi in lotta contro al-Shabab

Nairobi (Kenya), 21 ott. (LaPresse/AP) - Dieci soldati dell'Unione africana sono morti e altri due sono dispersi dopo combattimenti in Somalia con i militanti di al-Shabab. Lo riferisce il portavoce dell'esercito dell'organizzazione, il tenente colonnello Paddy Ankunda, spiegando che i decessi sono avvenuti ieri, quando i soldati hanno preso l'ultimo quartiere della capitale Mogadiscio ancora nelle mani degli insorti. Un veicolo armato è stato dato alle fiamme. Secondo alcuni testimoni il bilancio dei morti sarebbe molto superiore. Fonti hanno infatti riferito che dopo gli scontri a Mogadiscio, i militanti hanno mostrato oltre 60 corpi di militari uccisi. Il portavoce di al-Shabab, Sheik Ali Mohamud Rage, ha reso noto che i soldati dell'Unione africana rimasti uccisi nei combattimenti sono 70. Molti dei cadaveri indossavano giubbotti antiproiettile ed elmetti, equipaggiamenti che di solito vengono usati da militari dell'Unione africana e non da truppe governative o insorti. Secondo il portavoce dell'esercito dell'Unione africana i militanti di al-Shabab hanno travestito i corpi per propaganda.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata