Soddisfazione a metà: seggio Onu condiviso tra Italia e Olanda
Dopo votazioni senza esito il compromesso: un anno per ciascun Paese

Olanda e Italia condivideranno il seggio non permanente nel Consiglio di Sicurezza dell'Onu, dopo lo stallo legato alla votazione su chi delle due dovesse assumerlo. Dopo cinque votazioni entrambi i Paesi avevano ottenuto 95 preferenze, non sufficienti per il quorum di 128. La soluzione raggiunta è che il seggio sarà assunto per un anno da ciascun Paese. Inizierà l'Italia nel 2017. "Sarà un onore per l'Italia servire nel Consiglio di Sicurezza nel 2017 e cooperare con l'Olanda nel 2018", ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni all'Assemblea generale, mentre il suo omologo olandese ha sottolineato l'importanza di mostrare unità in un periodo tanto complesso per l'Europa. Il nostro Paese in particolare puntava al seggio per il ruolo rivestito nella gestione della questione migranti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata