Sisma Turchia, morti saliti a 24, proseguono ricerche in hotel a Van

Van (Turchia), 11 nov. (LaPresse/AP) - Il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 5,7 che mercoledì ha colpito l'est della Turchia è salito a 24, in seguito al ritrovamento di altri corpi fra le macerie dell'albergo Bayram, uno dei due hotel crollati nella città di Van. Tra le vittime ci sono un soccorritore giapponese arrivato in Turchia dopo il primo terremoto del 23 ottobre e almeno otto dipendenti di una società edile che lavora per preparare alloggi temporanei per le persone che hanno perso la casa a causa della scossa. Nel tardo pomeriggio le autorità hanno interrotto le operazioni di ricerca fra le macerie dell'altro albergo crollato, l'Aslan. I tentativi di trovare sopravvissuti proseguono invece presso l'hotel Bayram, ma le difficoltà aumentano a causa di una forte nevicata. Non è chiaro quante persone si trovino ancora sotto i detriti, ma si pensa che tra loro ci siano anche due giornalisti turchi dell'agenzia di stampa locale Dogan. I colleghi dei due reporter sono rimasti sul posto insieme ad altre decine di persone, a poca distanza dalle macerie in attesa di notizie. "Nel nostro lavoro dobbiamo sempre affrontare disastri, ma ora siamo aggrappati alla speranza", ha detto Ugur Cebeci, direttore dell'agenzia, mentre osservava il lavoro dei soccorritori. "Non abbiamo sentito altre voci di sopravvissuti, ma siamo ancora rimuovendo lastre di cemento nel caso ce ne fossero", ha detto Aksit Dayi, funzionario del sistema di gestione dei disastri, spiegando che i soccorsi si stanno concentrando sul terzo piano dell'hotel. "Speriamo - ha aggiunto Dayi - di finire le nostre ricerche entro la mezzanotte di oggi". La vita dei possibili sopravvissuti al terremoto, ha spiegato all'emittente Ntv uno dei soccorritori, Recep Salci, è messa in pericolo dalle rigide temperature notturne.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata