Siria, test missilistico Usa-Israele nel Mediterraneo

Gerusalemme, 3 set. (LaPresse/AP) - Sembra chiarirsi la vicenda del lancio di due "oggetti balistici" registrato stamattina dalla Russia nel Mediterraneo orientale. Il ministero della Difesa israeliano ha fatto sapere di avere compiuto nel Mediterraneo "con successo" un test missilistico congiunto con gli Stati Uniti.

LANCIO MISSILI REGISTRATO DA RADAR RUSSI. Stamattina le agenzie di stampa russe, citando un portavoce del ministero della Difesa della Russia, avevano riferito che era stato registrato il lancio di due "oggetti balistici" dal Mediterraneo centrale verso la zona orientale alle 08.16 ora italiana e una fonte diplomatica che si trova a Damasco aveva detto a Ria Novosti che i missili erano caduti in mare. La traiettoria dei missili sarebbe stata dal Mediterraneo centrale verso la parte orientale. E a registrare il lancio è stato il sistema russo di allerta anti missile che si trova nella città di Armavir, nel sud della Russia. Il sistema è gestito dalle Forze russe di difesa aerospaziale e fornisce la copertura radar del Medioriente. Lì si trovano due radar, uno rivolto a sudovest e l'altro a sudest.

A DAMASCO NESSUNA ESPLOSIONE. Da Damasco l'ambasciata russa aveva subito fatto sapere di non avere notizie e testimoni sul posto raccontavano di una situazione calma per le strade. Inoltre l'ambasciata siriana a Mosca aveva detto che a Damasco non sono state udite esplosioni e non c'è alcuna allerta aerea.

PUTIN INFORMATO, IN CORSO VERIFICHE NATO. Ria Novosti riporta che il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha riferito al presidente Vladimir Putin del lancio di "oggetti balistici".

TENSIONI IN ATTESA DI ATTACCO USA. Gli Stati Uniti hanno navi da guerra nel Mediterraneo e stanno valutando l'ipotesi di attacchi contro la Siria in risposta al presunto uso di armi chimiche lo scorso 21 agosto alla periferia est di Damasco. Il presidente Usa Barack Obama ha chiesto al Congresso l'autorizzazione per l'intervento militare e i parlamentari dovrebbero pronunciarsi dopo il 9 settembre, cioè dopo il rientro dalla pausa estiva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata