Siria, raid in Idlib: 20 morti, 10 sono bimbi. Mosca: Non c'entriamo
Sono state colpite la città di Khan Sheikhoun e il villaggio di Baarbo

Almeno 20 persone, fra cui 10 bambini, sono rimaste uccise da raid aerei e colpi d'artiglieria del governo in Siria nella provincia nordoccidentale di Idlib, ampiamente in mano ai ribelli. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando che a colpire sono stati aerei da guerra siriani o del governo e che in particolare sono state colpite la città di Khan Sheikhoun e il villaggio di Baarbo. Uccise anche due donne incinte.

"Il ministero della Difesa russo smentisce l'informazione riportata da diversi media esteri sui presunti raid da parte dell'aviazione russa nella regione di Khan Sheikhoun vicino a Idlib", ha detto un portavoce del ministero secondo quanto riporta l'agenzia di stampa russa Tass. Secondo il portavoce, "jet russi non sorvolavano la zona dall'8 novembre e non sono stati compiuti attacchi con missili".

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata