Siria, quinto giorni di violenti scontri ad Aleppo

Beirut (Libano), 25 lug. (LaPresse/AP) - Sono continuati per tutta notte, arrivando così al quinto giorno consecutivo, gli scontri in molti quartieri di Aleppo. Lo riferiscono gli attivisti siriani, secondo cui ieri le forze governative sono intervenute con carri armati ed elicotteri. Intanto oggi la Turchia ha annunciato la chiusura dei valichi di frontiera, dopo che nei giorni scorsi i ribelli siriani hanno preso il controllo di almeno due passaggi di confine.

I ribelli hanno lanciato un'offensiva ad Aleppo sabato, infiltrandosi in diversi quartieri nel nord e nel sud e quindi muovendosi gradualmente verso la città vecchia. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, oltre venti persone hanno perso la vita nei combattimenti solo ieri e un gran numero di abitanti sta lasciando questa mattina il quartiere meridionale di Sukkari. Un video pubblicato dagli attivisti oggi mostra una stazione di polizia in fiamme in un altro quartiere del sud, al-Kelassa, mentre si sentono colpi di arma da fuoco nelle retrovie. Non è possibile confermare l'autenticità delle immagini. La settimana scorsa, l'esercito è riuscito a reprimere un simile attacco lanciato a Damasco, grazie all'utilizzo di armi pesanti ed elicotteri d'assalto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata