Siria, Onu approva risoluzione per consegna aiuti umanitari a civili

New York (New York, Usa), 14 lug. (LaPresse/AP) - Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha approvato all'unanimità una risoluzione che autorizza la consegna, anche senza l'approvazione del governo, di aiuti umanitari provenienti dall'estero a favore dei siriani nelle aree controllate dai ribelli. La risoluzione esprime "seria preoccupazione per il significativo e rapido deterioramento della situazione umanitaria in Siria" e indignazione per il fatto che i precedenti tentativi di avere accesso umanitario "non sono stati accolti" dal governo e dai combattenti di opposizione. A febbraio il Consiglio aveva approvato una risoluzione in cui chiedeva alle parti in conflitto di permettere l'accesso immediato agli aiuti, togliere gli assedi delle aree popolare, smettere di privare i civili del cibo e fermare gli attacchi nei loro confronti. Tuttavia da allora i rapporti mensili del segretario generale Ban Ki-moon al Consiglio sull'implementazione della risoluzione hanno descritto un peggioramento continuo della situazione. Il Consiglio di sicurezza ha dato istruzioni alle agenzie umanitarie dell'Onu di consegnare gli aiuti senza l'autorizzazione di Damasco attraverso quattro posti di frontiera, due dei quali si trovano in Turchia, mentre gli altri due sono in Giordania e in Iraq. La risoluzione autorizza le Nazioni unite a monitorare nei tre Paesi le operazioni di carico degli aiuti prima che questi passino il confine siriano. L'ufficio di Valerie Amos, sottosegretaria generale degli Affari umanitari all'Onu, ha precisato che, se le condizioni di sicurezza lo permetteranno, gli aiuti potrebbero raggiungere 2,9 milioni di persone.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata