Siria, ong denunciano raid ad Aleppo e Hama
Tregua sempre più fragile. Osservatorio siriano per i diritti umani: Bombardamenti in sei città

E' una tregua sempre più fragile quella in vigore in Siria. Aerei da guerra, di provenienza sconosciuta, hanno bombardato zone del nord e dell'ovest della provincia di Aleppo e del sud nella regione centrale di Hama, nel secondo giorno di cessazione delle ostilità. Lo riporta l'Osservatorio siriano per i diritti umani.
Gli aerei hanno preso di mira i villaggi di Dara Aza, Qabtn al Yabal, Hreitan e Andan ad Aleppo. Nella provincia di Hama hanno colpito invece Hirbnafsa.
Da quanto si apprende, nei raid sarebbe morto un ragazzo a Qabtan al-Yabal. In queste aree, ricorda l'Osservatorio, è presente il ramo siriano di al-Qaeda, il Fronte Nusra, ma agiscono anche altri gruppi di tendenza islamica e le brigate dell'Esercito libero siriano.

Nelle vicinanze di Hirbnafsa sono inoltre scoppiati scontri tra le forze fedeli al regime siriano e gruppi armati islamici, contro cui l'esercito sta usando l'artiglieria. Damasco sta sostenendo la lotta nalla pronvia di Hama contro lo Stato islamico, soprattutto nel villaggio di al-Tiba.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata