Siria, Obama: Siamo gli Usa, non possiamo chiudere occhi

Washington (Usa), 7 set. (LaPresse/AP) - "Non è solo un attacco diretto alla dignità umana, è una seria minaccia alla nostra sicurezza nazionale. C'è una ragione se i governi che rappresentano il 98% della popolazione mondiale hanno concordato di vietare l'utilizzo di armi chimiche". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama durante il suo discorso settimanale al Paese, parlando dell'uso di armi chimiche in Siria e ribadendo la sua richiesta al Congresso di autorizzare l'uso della forza contro Damasco, per un attacco che sarebbe "limitato" e che "non sarà un altro Iraq o Afghanistan".

PEGGIOR ATTACCO CON ARMI CHIMICHE DEL XXI SECOLO. "Circa tre settimane fa in Siria, più di mille persone innocenti, incluse centinaia di bambini, sono stati uccisi nel peggiore attacco con le armi chimiche effettuato nel 21 secolo", ha sottolineato il presidente, aggiungendo che gli Stati Uniti ritengono il governo siriano responsabile per questo atto.

MINACCIA ALLA SICUREZZA. "Non è solo un attacco diretto alla dignità umana, è una seria minaccia alla nostra sicurezza nazionale. C'è una ragione se i governi che rappresentano il 98% della popolazione mondiale hanno concordato di vietare l'utilizzo di armi chimiche", ha detto Obama. Il presidente ha affermato che i governi hanno vietato l'uso di armi chimiche non solo perchè possono creare morte e distruzione ma perchè potrebbero cadere nelle mani di gruppi terroristici che vogliono "farci del male". "E' per questo che lo scorso week end come Comandante in capo ho deciso che gli Stati Uniti dovrebbero intraprendere un'azione militare contro il regime siriano. Non è una decisione che ho preso con leggerezza. Decidere di usare la forza miliare è la più solenne decisione che possiamo prendere come nazione" ha detto Obama.

SAREMO PIU'FORTI. So che "il nostro Paese sarà più forte se agiamo insieme, e le nostre azioni saranno più efficaci". Obama ha insistito: "E' per questo che ho chiesto ai membri del Congresso di discutere su questo argomento e votare sull'autorizzazione dell'uso della forza".

INTERVENTO LIMITATO. "Non sarà un altro Iraq o Afghanistan" ha detto Obama, precisando che non ci saranno truppe americane sul terreno e che "Ogni azione sarà limitata, sia nel tempo che nella portata".

NON POSSIAMO CHIUDERE GLI OCCHI. "Siamo gli Stati Uniti d'America. Non possiamo chiudere gli occhi sulle immagini come quelle che abbiamo visto". Ha detto Obama. Il presidente ha affermato che i governi hanno vietato l'uso di armi chimiche non solo perchè possono creare morte e distruzione ma perchè potrebbero cadere nelle mani di gruppi terroristici che vogliono "farci del male". Obama ha aggiunto che "Non rispondere a questo attacco accrescerebbe il rischio che attacchi chimici possano essere usati ancora; che possano cadere nelle mani di terroristi che potrebbero usarli contro di noi, e manderebbe un pessimo segnale alle altre nazioni, che non ci sarebbero conseguenze per l'uso di queste armi". Tutto ciò, ha detto Obama, porrebbe una seria minaccia alla nostra sicurezza nazionale. "E' per questo che non possiamo ignorare attacchi chimici come questo" anche se accadono lontano. "Ed è per questo che chiedo ai membri del Congresso, di entrambe le parti, di unirsi e lottare per il tipo di mondo in cui vogliamo vivere; il tipo di mondo che vogliamo lasciare ai nostri bambini e alle generazioni future".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata