Siria, Obama: Non ho preso decisione finale, valuto azione limitata

Washington (Usa), 30 ago. (LaPresse/AP) - Barack Obama non ha ancora preso una decisione finale sulla Siria ma sta considerando l'ipotesi di "un'azione limitata e ristretta". Lo ha detto lui stesso parlando prima di un incontro con i leader dei Paesi baltici. Obama ha inoltre denunciato "un'incapacità del Consiglio di sicurezza di andare avanti", dicendo che l'attacco con armi chimiche compiuto in Siria è "una sfida al mondo" e minaccia gli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti. L'inquilino della Casa Bianca, che nel pomeriggio ha incontrato il consiglio di sicurezza nazionale, ha affermato inoltre di avere una forte preferenza per un'azione multilaterale in Siria, ma ha detto che "non vogliamo che il mondo venga paralizzato". Gli Stati Uniti, "in quanto fra i leader mondiali", hanno l'obbligo di ritenere responsabili i Paesi che violano le norme internazionali, ha aggiunto Obama, ricordando che la Francia starebbe con lui. Ieri sera il Parlamento britannico si è schierato contro il governo del premier David Cameron, bocciando al voto la mozione favorevole a un possibile intervento militare in Siria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata