Siria, nuovo capo Cns: A queste condizioni, no a colloqui in Russia

Istanbul (Turchia), 5 gen. (LaPresse/Reuters) - "Credo che nessuno nella coalizione sia pronto ad andare in Russia. Tutto nella coalizione è impegnato per il popolo siriano, non per la Russia". Lo ha dichiarato Khaled Khoja, eletto nuovo presidente della Coalizione nazionale siriana delle forze dell'opposizione e della rivoluzione, principale gruppo di opposizione al governo del presidente Bashar Assad. Khoja esprim così i dubbi sulla possibilità che membri del movimento partecipino ai colloqui previsti questo mese a Mosca per cercare una soluzione al conflitto che dura ormai da quattro anni. La Russia, tra i maggiori alleati di Assad, vuole radunare governo e opposizione tra il 26 e il 29 gennaio.

Nella guerra sono morte circa 200mila persone, mentre milioni sono sfollate dal 2001. Khoja ha spiegato ai giornalisti he Mosca non ha invitato la Coalizione come gruppo, ma ha inviato inviti ad alcuni membri. In più, non esiste agenda o pianificazione dell'incontro, ha aggiunto. È impossibile che la Coalizione vada ai colloqui, ha detto, a meno che lo scopo sia costruire una amministrazione di transizione che abbia pieni poteri di governo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata