Siria, liberato Sandrini: "Sono stato catturato in Turchia, mi hanno drogato"

"Sono stato catturato in Turchia. Ero per strada, era verso sera. In un momento ho perso la strada dell'hotel: non sapevo più da che parte fosse. Ho girato per le strade di Adana. A un momento, mi sono sentito mettere qualcosa sul volto. Sono stato - diciamo - drogato, mi sono addormentato e mi sono risvegliato in una stanza con due persone incappucciate e armate". Così Alessandro Sandrini, l'italiano rapito a ottobre del 2016 al confine fra Siria e Turchia, oggi durante una conferenza stampa, a Bab al-Hawa, nel nord della Siria.