Siria, le strade di Damasco il giorno dopo il raid
Damasco si risveglia dopo il raid di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna che ha colpito la capitale siriana e Homs. Sono stati lanciati un centinaio di missili che hanno colpito alcuni obiettivi sensibili e non ci sarebbero morti. Nel pomeriggio di sabato 14 aprile gli ambasciatori del Consiglio Nord Atlantico si riuniranno nel quartier generale della Nato, a Bruxelles, dove le tre nazioni responsabili dell'attacco riferiranno sugli ultimi sviluppi. "Il nostro obiettivo è distruggere le capacità di lanciare armi chimiche del regime siriano", ha commentato il presidente Usa Trump annunciando l'attacco. "Dall'Italia non sono partite azioni belliche" ha chiarito il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Chigi in tarda mattinata