Siria, Hezbollah: Israele responsabile per uccisione comandante

Beirut (Libano), 21 dic. (LaPresse/Reuters) - Israele sarà ritenuto responsabile per aver ucciso il comandante di Hezbollah, Samir Kuntar, durante un attacco a Damasco. Lo ha dichiarato un alto funzionario di Hezbollah, Hashem Safeieddine. "Se gli israeliani pensano, uccidendo Samir Qantar, di aver chiuso i conti, in realtà si sbagliano di grosso perché sanno e verranno a sapere di aver aperto molte altre questioni più gravi", ha precisato Safeieddine, durante i funerali di Qantar. Hezbollah punta il dito contro Israele, anche se un gruppo ribelle vicino all'Esercito siriano libero (Esl), la Brigata della missione segreta nella capitale Damasco, ha rivendicato oggi l'uccisione del comandante.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata