Siria, giornalista Nbc liberato: Rapitori erano miliziani pro Assad

Beirut (Libano), 18 dic. (LaPresse/AP) - "Dicevano apertamente di essere leali al governo" di Damasco. Così Richard Engel, il capo dei corrispondenti esteri di Nbc, ha raccontato alla trasmissione 'Today' della stessa emittente degli uomini che lo hanno rapito in Siria e tenuto prigioniero per cinque giorni insieme al suo team di collaboratori. Secondo il giornalista, i sequestratori appartenevano a una milizia sciita addestrata dalle Guardie rivoluzionarie iraniane e legata al gruppo militante libanese Hezbollah. Engel e i suoi collaboratori erano stati rapiti subito dopo aver fatto ingresso in Siria dalla Turchia giovedì scorso. Il giornalista ha riferito che i rapitori hanno ucciso almeno uno dei ribelli che lo stavano accompagnando. "Ci hanno tenuti bendati e legati", ha riferito il 39enne, che parla fluentemente l'arabo.

RAPIMENTO PER OTTENERE SCAMBIO DI PRIGIONIERI. "Non siamo stati picchiati né torturati ma abbiamo subìto abusi psicologici, hanno minacciato di ucciderci. Ci hanno detto di decidere chi di noi avrebbe dovuto essere ucciso per primo e quando ci siamo rifiutati di farlo hanno fatto finta di spararci", ha raccontato il reporter. I sequestratori hanno detto ad Engel di voler scambiare lui e gli altri con quattro iraniani e due libanesi tenuti prigionieri da ribelli. "Ci hanno catturati per fare questo scambio", ha spiegato.

LIBERATI DAI RIBELLI. Intorno alle 23 di ieri il gruppo è stato spostato in un altro luogo nella provincia siriana di Idlib. "Mentre ci stavamo spostando - ha raccontato il giornalista - i rapitori si sono imbattuti in un posto di blocco dei ribelli, non se lo aspettavano. Eravamo nel retro di un furgoncino, i sequestratori hanno visto il posto di blocco e hanno iniziato a sparare, due di loro sono stati uccisi. Siamo usciti dal veicolo e i ribelli ci hanno portato via, abbiamo passato la notte con loro".

NESSUNA RIVENDICAZIONE. Stamattina Engel e i membri del suo team sono entrati in Turchia, ma non è chiaro dove si trovino attualmente. Nbc ha fatto sapere che nessun gruppo ha rivendicato la responsabilità del rapimento né contattato la rete per chiedere un riscatto. Engel lavora per Nbc dal 2003 ed è stato nominato capo dei corrispondenti esteri nel 2008. Precedentemente lavorò come freelance per Abc News. Vive in Medioriente da quando si laureò alla Stanford University nel 1996.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata