Siria, Francia: Tempo di valutare no-fly zone su parti di Paese

Parigi (Francia), 23 ago. (LaPresse/AP) - La comunità internazionale dovrebbe considerare di applicare una no-fly zone su alcune parti della Siria, visto che al momento un blocco totale non è ipotizzabile. Lo ha dichiarato Jean-Yves Le Drian, ministro alla Difesa francese, affermando che chiudere del tutto il cielo della Siria equivarrebbe ad "andare in guerra" e richiederebbe una volontà internazionale che attualmente non sussiste. Parlando all'emittente televisiva France 24, il ministro ha detto che la Francia parteciperebbe a una operazione simile, se seguisse principi di diritto internazionale. Per ora, tuttavia, Le Drian ha suggerito che debba essere studiato un blocco parziale dei cieli, opzione che il segretario di Stato Usa Hillary Clinton ha detto Washington sta valutando. Mentre la comunità internazionale è riluttante a intervenire nel conflitto, la Francia, così come altri Paesi occidentali, sta inviando rifornimenti e aiuti ai combattenti ribelli che combattono il regime del presidente Bashar Assad.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata