Siria, Ban Ki-moon: Non c'è prospettiva fine conflitto, serve dialogo

New York (New York, Usa), 20 dic. (LaPresse/AP) - In Siria non c'è prospettiva di una fine del conflitto o dell'avvio di un dialogo politico fra governo e opposizione. Lo ha detto il segretario generale delle Nazioni unite, Ban Ki-moon, nella lunga conferenza stampa di fine anno. Ban ha affermato che l'unico modo per porre fine alla violenza è un accordo politico e ha invitato ancora una volta il Consiglio di sicurezza dell'Onu a trovare una posizione unica e a "dare un a direzione politica molto forte" alle parti. "La Siria ha cominciato l'anno in conflitto e conclude l'anno in guerra", ha detto il segretario Onu. "Giorno dopo giorno il bilancio dei morti è salito; mese dopo mese il conflitto si è esteso sempre più nella regione", ha aggiunto. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha esteso il mandato della forza di peacekeeping che separa le forze di Israele e Siria nelle Alture del Golan e ha avvertito che i recenti incidenti nell'area potrebbero provocare un'escalation delle tensioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata