Siria, autobomba a Damasco: sospetti su Isil, almeno 2 morti

Damasco (Siria), 28 giu. (LaPresse/AP) - Una autobomba è esplosa in un affollato mercato del sobborgo Douma di Damasco, zona in mano ai ribelli che combattono il regime del presidente siriano Bashar Assad. Lo fanno sapere gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando che la detonazione ha causato gravi danni, mentre almeno due persone sono rimaste uccise e decine ferite. Il mercato era affollato al momento dell'esplosione, mentre sta per iniziare il mese del Ramadan. Un attivista dell'area, Abu Yazan, riporta che i sospetti ricadono sullo Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isil), a causa delle rivalità in corso tra i gruppi ribelli locali. "Gli ospedali sono pieni di gente ferita", ha aggiunto via Skype. Douma, tra i sobborghi più popolosi di Damasco, è sotto il controllo dei ribelli da oltre due anni. L'Isil combatte contro le altre fazioni ribelli, tra cui il Fronte al-Nusra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata