Siria, attentati a santuario sciita: i morti salgono a venti
Hanno colpito un kamikaze e un'autobomba in un sobborgo di Damasco

Damasco (Siria), 11 giu. (LaPresse/EFE) - È salito a 20 morti, tra cui 13 civili, il bilancio delle vittime del doppio attentato di oggi nel quartiere sciita di Sayeda Zeinab, a Damasco secondo quanto riporta l'Osservatorio siriano per i diritti umani in una nota. Questa mattina la Tv di Stato aveva parlato di almeno 2 morti e 10 feriti.

Il primo degli attacchi, rivendicati dallo Stato islamico, è stato effettuato da un kamikaze che ha fatto esplodere la sua cintura all'ingresso del quartiere, sulla strada di Al Diabiya. Poco dopo un'autobomba è stata fatta saltare nella strada principale di  Al Tin.

Il quartiere di Sayeda Zeinab ospita il più sacro santuario sciita della Siria.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata