Siria, appello di italiano rapito: Salvatemi dall'esecuzione
La Farnesina sta seguendo il caso: "Siamo in stretto contatto con i familiari"

Un cittadino italiano, Sergio Zanotti, sarebbe stato rapito in Siria sette mesi fa e ora sarebbe ostaggio di un gruppo armato non identificato. Su YouTube circola un video in cui l'uomo, vestito con una tunica bianca, parlando in italiano, con alle spalle un uomo armato vestito di nero, lancia un appello al governo italiano. "Mi chiamo Sergio Zanotti, sono da sette mesi prigioniero in Siria. Prego il governo italiano di intervenire nei miei confronti, prima di una mia eventuale esecuzione", sono le sue parole. Zanotti è originario di Marone, nel bresciano. In paese, secondo quanto riferiscono suoi concittadini, era sparito da mesi ma non si sapeva dove potesse essere.

Fonti dell'unità di crisi della Farnesina fanno sapere che "le autorità italiane sono a conoscenza del video da alcuni giorni e stanno seguendo il caso". La Farnesina è in "stretto contatto con i familiari, l'ex moglie e tre figlie, e con le altre articolazioni competenti dello Stato italiano". 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata