Siria, Amnesty: Ribelli hanno ucciso soldati con esecuzioni sommarie

Beirut (Libano), 2 nov. (LaPresse/AP) - Alcuni ribelli siriani hanno catturato una decina di lealisti del regime, tra cui anche soldati governativi, per picchiarli e in seguito ucciderli a colpi di arma da fuoco. È quanto denunciano Amnesty international e l'Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando che le esecuzioni sommarie si sono verificate ieri nella città settentrionale di Saraqeb. Un video amatoriale diffuso su internet mostra dei combattenti ribelli mentre picchiano e prendono a calci i soldati governativi, alcuni dei quali appaiono feriti, per poi aprire il fuoco e assassinarli. Amnesty e l'Osservatorio hanno condannato le esecuzioni, definite "scioccanti". Il direttore del gruppo siriano, Rami Abdul-Rahman, si è chiesto in un comunicato come i ribelli possano pretendere il rispetto dei diritti umani quando loro stessi li stanno violando.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata