Al centro Joao Teixeira de Faria
Sesso in cambio di 'energia positiva': il medium-guaritore denunciato da 300 donne latitante in Brasile

Mandato d'arresto per Joao Teixeira de Faria, meglio noto come 'Joao de Deus'

E' latitante il Brasile l'autoproclamato guaritore e medium Joao Teixeira de Faria, meglio noto come 'Joao de Deus' (cioè Joao di Dio). Sul 76enne pende un mandato d'arresto, dopo che più di 300 donne lo hanno accusato di molestie sessuali. Ricorrente, nelle denunce, è il racconto di abusi commessi con la promessa di un presunto "trasferimento di energia" per raggiungere una guarigione, nonché di stupri. Nel 2013 la star della tv americana Oprah Winfrey era stata in Brasile per incontrarlo, assistendo a una "operazione psichica" nella sua clinica. Faria, scrivono i media, non è un medico ed è stato in precedenza multato e incarcerato per esercizio illegale della professione. Lui sostiene che gli spiriti di più di 30 medici e altre entità possano entrare nel suo corpo e di poter così guarire le persone.

Joao de Deus non si è presentato alle autorità, che gli avevano dato tempo sino alle 17 italiane di sabato per consegnarsi. I suoi avvocati, hanno spiegato funzionari locali citati da AFP, starebbero negoziando la sua consegna. La segreteria alla Sicurezza dello Stato di Goias, dove il sedicente medium teneva le sue sessioni di "guarigione spirituale" ad Abadiania, ha dichiarato che "i negoziati continuano" in parallelo con le ricerche della polizia. Le forze dell'ordine hanno cercato Faria in tutti gli indirizzi che gli sono legati, ma non l'hanno trovato. Uno dei suoi avvocati, Alberto Toron, sabato ha detto che il suo cliente "si consegnerà", ma non ha precisato quando.

Lo scandalo è scoppiato dopo la diffusione, la settimana scorsa, di un'inchiesta della Tv Globo, la più grande emittente del Brasile. Varie donne vi raccontavano di essere state costrette a praticargli atti di masturbazione o di sesso orale, durante le sedute della presunta "terapia spirituale" in cui prometteva di "ripulirle con la sua energia". Dopo la loro testimonianza, altre centinaia di donne hanno denunciato di essere state vittime di aggressione sessuale: la procura di Goias ha ricevuto 330 denunce, dal Brasile ma anche da Germania, Australia, Belgio, Bolivia, Stati Uniti e Svizzera. Mercoledì Joao de Deus si era dichiarato innocente, parlando davanti a centinaia di fedeli vestiti di bianco. I suoi portavoce hanno anche affermando che il "guaritore" abbia usato i suoi poteri per curare centinaia di persone.

Tra quanti hanno fatto ricorso a Faria ci sono anche tre ex presidenti brasiliani: Luiz Inacio Lula da Silva e la successora Dilma Rousseff, entrambi colpiti da cancro, e il presidente uscente Michel Temer, che lo ha incontrato prima di una operazione alla prostata. Il sindaco della cittadina di Abadiania ha rilasciato una dichiarazione al quotidiano Estado de S. Paulo, esprimendo preoccupazione per le sorti dell'industria turistica locale, nel timore che possa collassare se la clinica di Faria smetterà di essere una meta di massa. Ha infatti dichiarato che il sedicente guaritore ogni mese ha attratto sinora circa 10mila visitatori, il 40% dall'estero.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata