Serbia, Van Rompuy: Passi concreti con Kosovo per annessione a Ue

Belgrado (Serbia), 9 set. (LaPresse/AP) - La Serbia deve attuare "passi concreti" e normalizzare i rapporti con il Kosovo prima di procedere alla richiesta per l'annessione all'Unione europea. È quanto afferma Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, nel corso del forum di tre giorni Serbia-Ue a Belgrado. Van Rompuy ha aggiunto che la disputa in corso tra Serbia e Kosovo "è causa di preoccupazioni, e sarà un fattore importante che gli Stati membri terranno a mente quando prenderanno la loro decisione" sull'ingresso di Belgrado nell'Unione. Belgrado ha promesso di non riconoscere l'indipendenza dell'ex provincia del Kosovo, a differenza di quasi tutte le nazioni dell'Unione. Il presidente serbo, Boris Tadic, ha risposto alle dichiarazioni di Van Rompuy dicendo che "la Serbia ha la piena capacità" di promuovere colloqui per l'adesione all'Ue chiedendo "una soluzione di compromesso" con il Kosovo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata