Sequestro Ohio, Ariel Castro si dichiarerà non colpevole

Cleveland (Ohio, Usa), 15 mag. (LaPresse/AP) - Ariel Castro, il sequestratore di Cleveland, al processo a suo carico si dichiarerà non colpevole. Lo hanno annunciato i suoi avvocati, Craig Weintraub e Jay Schlachet, all'emittente WKYC-TV. I legali dicono che Castro è stato descritto dai media come un "mostro" e che, dopo averlo incontrato ieri, loro non lo vedono così. Per Weintraub è ingiusto e offensivo che "i media e la società vogliano demonizzare quest'uomo prima di conoscere l'intera storia". L'avvocato aggiunge inoltre che l'uomo "adora" la bambina che ha avuto con un presunto stupro da una delle tre ragazze rapite, Amanda Berry. L'altro legale, Schlachet, aggiunge che i dettagli dell'innocenza di Castro "verranno rivelati man mano che il caso andrà avanti". Ariel Castro è accusato di avere rapito e stuprato tre ragazze, tenendole segregate per 10 anni. Le protagoniste della vicenda sono Amanda Berry, Gina DeJesus e Michelle Knight, rapite tutte e tre quando erano adolescenti e ritrovate lo scorso 6 maggio nella casa di Castro a Cleveland, in Ohio, dopo che una di loro è riuscita a fuggire e a chiamare il 911.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata