Senegal, candidato opposizione: Il ballottaggio è inevitabile

Dakar (Senegal), 27 feb. (LaPresse/AP) - Nessuno dei candidati alla presidenza del Senegal riuscirà a ottenere il 50% dei voti e il ballottaggio sarà "inevitabile". È quanto sostiene Macky Sall, candidato di opposizione. Nei suoi commenti, trasmessi dalle radio private senegalesi dopo le elezioni di ieri, Sall afferma di avere vinto nella capitale Dakar e in diverse importanti città dell'entroterra. Ma ha aggiunto che né lui né il presidente Abdoulaye Wade hanno ottenuto la maggioranza necessaria a evitare un secondo turno. Per mantenere la presidenza l'85enne Wade deve ottenere oltre il 50% già al primo turno, approfittando del fatto che l'opposizione è divisa in 13 candidati. In un eventuale ballottaggio Wade verrebbe probabilmente sconfitto, perché i suoi avversari sarebbero uniti in un unico schieramento. Il presidente, prima del voto di ieri, aveva detto di aspettarsi la vittoria al primo turno con una "maggioranza schiacciante".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata