Scontro a fuoco nella Striscia di Gaza: uccisi un soldato israeliano e 4 palestinesi
Decine i feriti

Quattro palestinesi e un soldato israeliano. È questo il bilancio attuale delle persone rimaste uccise nella Striscia di Gaza durante un nuovo scontro a fuoco tra Hamas e l'esercito israeliano. E decine sarebbero i feriti. A dare la notizia è il ministero della Sanità locale. 

Tre razzi sarebbero stati lanciati nella serata dalla Striscia di Gaza in territorio israeliano, due dei quali sono stati intercettati in volo. L'esercito non ha specificato dove è stato esploso il terzo razzo. Secondo la radio pubblica israeliana, ha raggiunto un campo nel territorio di Israele senza causare vittime o danni. Gli aerei e i carri armati dell'esercito di Gerusalemme hanno risposto bombardando "obiettivi militari in tutta la Striscia di Gaza". "Se Hamas continua il suo lancio di razzi, Israele reagirà molto più di quanto pensino" i leader di Hamas, ha avvertito il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman.

Due palestinesi hanno perso la vita in un raid su Khan Yunis, a sud di Gaza, un terzo è stato ucciso dal fuoco israeliano a est di Rafah. Il soldato israeliano è stato ucciso invece a colpi di arma da fuoco dai palestinesi sul confine di Gaza. 

L'inviato speciale delle Nazioni Unite per il Medio Oriente, Nickolay Mladenov, ha esortato Israele e Hamas ad "allontanarsi dal bordo del precipizio" dopo una serie di violenze nella Striscia di Gaza che sono costate la vita a quattro palestinesi. "Tutti nella striscia di Gaza devono allontanarsi dal precipizio, non la prossima settimana, non domani, IMMEDIATAMENTE", ha scritto Mladenov sul suo account Twitter. "Coloro che vogliono provocare una guerra tra palestinesi e israeliani non devono avere successo", ha aggiunto. lrs

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata