Scontri a corteo Parigi contro riforma lavoro: 21 fermi e 26 feriti
Scioperi dei trasporti e manifestazioni di massa per la Loi travail

Continuano in Francia le proteste contro la riforma del lavoro, la Loi travail. È partito intorno alle 13.30 da place d'Italie il corteo contro la riforma del lavoro a Parigi e a margine della manifestazione sono scoppiati scontri tra le forze dell'ordine e un centinaio di persone, perlopiù incappucciate, con lanci di oggetti all'altezza di Port Royal. I fermi sono 21. La polizia ha chiesto ai partecipanti al corteo di separarsi dagli agitatori per agevolare l'intervento degli agenti in tenuta antisommossa. I feriti invece sarebbero 26, sei manifestanti e 20 agenti. La polizia ha lanciato proiettili di gomma e lacrimogeni.

TORRE EIFFEL CHIUSA. La Torre Eiffel è rimasta chiusa a causa di una nuova mobilitazione nazionale contro la riforma del governo Valls, alla quale hanno aderito molti membri del personale del monumento parigino. "I dipendenti non sono sufficienti a tenere aperto il monumento nelle condizioni di accoglienza e sicurezza ideali per il pubblico", ha confermato a Efe una portavoce dell'ufficio comunicazioni della Torre Eiffel.

LA FORZA DELLA CGT. Prosegue lo sciopero dei dipendenti delle ferrovie e i tassisti hanno bloccato la zona ovest della capitale. In occasione della protesta contro la riforma del lavoro sono stati migliaia i manifestanti arrivati a Parigi da tutta la Francia. hanno inoltre scioperato i lavoratori della società ferroviaria statale Sncf, che ha però fatto sapere che l'adesione è stata di molto inferiore rispetto all'avvio della protesta due settimane fa o ad altre precedenti occasioni di quest'anno. Secondo Sncf, il 90% dei collegamenti ad alta velocità è rimasto in funzione e gli altri servizi sono stati in attività al 70% circa. I tassisti inoltre protestano contro la concorrenza che definiscono senza regole e il loro corteo ha intasato il traffico alla periferia ovest di Parigi. Tutte queste agitazioni mentre la polizia prova a garantire la sicurezza durante gli Europei di calcio, con il Paese in allerta massima terrorismo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata