Schulz: A Ue serve sistema per immigrazione legale

Bruxelles (Belgio), 20 apr. (LaPresse/EFE) - Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, chiede un "sistema per l'immigrazione legale in Europa" simile a quello che esiste negli Stati Uniti, con quote per i Paesi membri e protezione ampliata per i rifugiati. Parlando ai giornalisti, Schulz ha detto di "volere che nella Ue sia creato un sistema con cui le persone possano avere la speranza di immigrare legalmente, togliendole dalla disperazione e dai gruppi di trafficanti illegali". "Se avessimo (un sistema di immigrazione legale, nrd), questo non vorrebbe dire che tutti potrebbero stabilirsi (in Europa, ndr). Per questo è necessario vincolare l'immigrazione legale a un sistema di quote per distribuire i migranti, anche i rifugiati, tra i 28 Paesi membri", ha detto Schulz.

Serve, ha sottolineato, "un'azione decisiva da parte di tutti. Quello di cui non c'è bisogno è colpevolizzarci a vicenda a diversi livelli". Ha ribadito di considerare necessario un "accordo di distribuzione" dei migranti, sottolineando di essere "costernato" e "scioccato" dalle continue tragedie nel Mediterraneo. Attualmente, ha detto, il 50% dei rifugiati si ferma in tre Paesi europei, mentre i membri sono 28.

Schulz ha anche chiesto una "protezione temporale ampliata" per i rifugiati dalle guerre civili e che vogliono restare in Ueropa per un periodo limitato. Come terzo punto, ha definito necesario "lottare contro gli Stati falliti" di origine dei migranti, mentre bisogna "fare tutto il possibile per creare un governo di unità nazionale in Libia" e opporsi ai trafficanti che mandano le persone a morire in mare. Inoltre, per Schulz in Ue serve un permesso per "protezione per i perseguitati politici".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata