Sandy, New York verso la normalità: città intasata dal traffico

Dalla nostra corrispondente Valeria Rubino

New York (New York, Usa), 1 nov. (LaPresse) - New York torna lentamente alla normalità dopo il passaggio di Sandy, e uno dei principali problemi ora è il traffico che blocca la città. Mancano i taxi e la metropolitana è ancora chiusa. Col risultato che i bus sono sovraffollati e le auto private in circolazione sono molte di più.

Gli hotel poi sono quasi tutti pieni ed i prezzi stanno diventando esorbitanti, anche perché alle persone costrette ad abbandonare le proprie abitazioni, si aggiungono quelle che vengono per lavoro a Manhattan. Non solo, ma ci sono anche in arrivo i partecipanti alla maratona di New York prevista per domenica. Un evento visto come occasione di riaffermazione della normalità da parte dei newyorkesi, che rischia però di ingolfare ancora di più la città.

I disastri, comunque, come di consueto, rendono il popolo americano più unito e forte: alcuni hotel situati nelle zone di New York colpite dal blackout, quali il Setai sulla Quinta Avenue, stanno offrendo ai passanti l'opportunità di ricaricare cellulari, tablet e computer mettendo a disposizione le proprie prese di corrente e i propri sistemi wifi.

Non dappertutto però scatta la stessa solidarietà. Le palestre della catena Equinox, che in genere permettono ai membri di portare con sè almeno un paio di ospiti, sono state costrette a prendere misure di emergenza: molti soci avevano iniziato a far accedere ai club persone che si trovavano in aree di blackout per permettere loro non soltanto di ricaricare i cellulari, ma anche di fare una doccia di lusso. In effetti, le Equinox offrono non solo asciugamani, ma anche bagnoschiuma e shampoo di marca, asciugacapelli, creme e tanti altri prodotti gratis. Dato l'enorme afflusso, le palestre sono state costrette a limitare l'ingresso ai soli soci per il momento ed anche a ridurre il numero di asciugamani disponibili a testa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata