San Pietroburgo, trovata testa di kamikaze vicino a luogo esplosione
Sarebbe Akbarzhon Jalilov, nato nel 1995, il principale sospettato

Vicino al vagone dove nella metropolitana di San Pietroburgo si è verificata ieri l'esplosione che ha ucciso 14 persone è stata trovata la testa della persone che portava gli esplosivi sul proprio corpo. Lo hanno riferito i media russi. I servizi segreti del Kirgizistan hanno dichiarato che gli elementi disponibili sinora puntano verso un cittadino originario del Paese cetrasiatico, che è stato identificato da questa fonte come Akbarzhon Jalilov, nato nel 1995, che ha ottenuto in seguito la cittadinanza russa.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata