Samsung: Causa incendi Galaxy Note 7 sono le batterie difettose
Il problema non stava nell'hardware o nel software

Le indagini di Samsung sugli incendi dei suoi Galaxy Note 7 hanno rilevato che all'origine del problema ci sono batterie difettose prodotte da due fornitori. Il capo della divisione mobile, Koh Dong-jin, ha spiegato che sono state avviate procedure per migliorare la sicurezza ed evitare che il problema si ripeta, mentre la compagnia lavora al lancio del GalaxyS8, annunciata entro quest'anno. Tra le misure future, è previsto un sistema di controllo delle batterie in otto punti, elaborato per impedire che problemi del genere si ripresentino in futuro. "Samsung Electronics lavorerà duramente per riguadagnare la fiducia dei consumatori", ha spiegato Koh Dong-jin. La reputazione del gruppo ha subito un duro colpo, dopo l'annuncio del richiamo dei Note 7. Il dispositivo era stato ritirato dalle vendite a ottobre, meno di due mesi dopo il suo lancio. Inoltre, i telefoni con cui il gruppo aveva sostituito quelli difettosi avevano mostrato lo stesso problema. Ora, gli investigatori del team aziendale e indipendenti hanno concluso che il problema non stava nell'hardware o nel software del Galaxy Note. Responsabili, invece, difetti di manifattura e design delle batterie che causavano i corto circuiti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata