Russiagate, Trump indagato per aver 'ostacolato la giustizia'
A portare avanti l'inchiesta il procuratore speciale Mueller che indaga sulle presunte interferenze di Mosca nel voto

Il presidente Usa Donald Trump è indagato dal procuratore speciale Robert Mueller per "ostruzione alla giustizia". Lo riferisce il Washington Post citando funzionari non indentificati. Mueller sta indagando sulla presunta interferenza della Russia nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2016 e la possibile collusione tra Mosca e la campagna pro Trump.  L'ostruzione alla giustizia dell'attuale inquilino della Casa Bianca avrebbe avuto inizio nei giorni successivi al licenziamento dell'ex direttore Fbi James Comey, il 9 maggio scorso. Si tratta di un capo d'imputazione che potrebbe costruire la base per impeachment nei confronti del presidente. 

Sul caso, il Washington Post, citando cinque fonti diverse, sostiene che i prossimi testimoni che verranno ascoltati dagli investigatori di Mueller, in quanto persone fermate dei fatti, sono Daniel Coats, attuale Direttore della National Intelligence, Mike Rogers, capo della Nsa (National Security Agency) e Richard Ledgett (vice di Rogers). 

Duro il commento del portavoce del presidente Trump, Mark Corallo: "la fuga di notizie dell'Fbi riguardanti il presidente e' scandalosa, ingiustificabile e illegale". 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata