Russiagate, Obama: Dopo caso Flynn è a rischio ruolo della legge

Torino, 9 mag. (LaPresse) - La decisione del procuratore generale statunitense William Barr di lasciar cadere le accuse nel procedimento penale sul Russiagate contro Michael Flynn, primo consigliere per la sicurezza nazionale del presidente, Donald Trump, suggerisce che "il ruolo della legge è a rischio". Lo ha dichiarato l'ex presidente, Barack Obama, in una telefonata, avvenuta ieri sera con alcuni membri del personale che hanno lavorato per lui alla Casa Bianca. Lo riferisce la Cnn. A riportare la notizia era stato il sito Yahoo News che aveva ottenuto il file audio della conversazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata