Russia, reporter cade dal balcone e muore. Indagava sui mercenari in Siria
Osce: "Siamo preoccupati, fare chiarezza". Ma per gli investigatori non si tratta di un caso sospetto

Il giornalista russo Maksim Borodin è morto in ospedale dopo essere precipitato, la scorsa settimana, dal balcone del quinto piano del suo appartamento a Ekaterinburg. Borodin lavorava per il sito russo Noviy Den e si era occupato delle morti dei membri del cosiddetto 'Wagner Group', l'esercito privato che Mosca usa in Siria. "Non ci sono motivi per farne un caso", ha dichiarato all'agenzia russa Tass il comitato investigativo locale, aggiungendo: "Si stanno vagliando diverse possibilità, compresa quella che si sia trattato di un incidente, ma non ci sono segni che sia stato commesso un crimine".

Harlem Desir, il rappresentante per la libertà dei media dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, ha commentato dicendo che la morte di Borodin desta "serie preoccupazioni. Chiedo alle autorità un'investigazione completa in tempi rapidi". In Russia dal 1992 sono stati assassinati 58 reporter, secondo il Comitato per la protezione dei giornalisti.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata