Russia, Putin: Vogliono incatenare orso russo e strappare suoi artigli

Mosca (Russia), 18 dic. (LaPresse/AP) - "A volte penso, forse lasceranno che l'orso mangi le bacche e il miele nella foresta, forse lo lasceranno vivere in pace. Non lo faranno. Perché cercheranno sempre di metterlo in catene e non appena ci riusciranno gli strapperanno le zanne e gli artigli". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, parlando alla conferenza stampa annuale, usando la metafora dell'orso come simbolo della Russia. Quindi ha voluto precisare l'esempio, spiegando che zanne e artigli sarebbero le armi nucleari di Mosca. "Una volta che hanno preso le sue zanne e i suoi artigli - ha proseguito - allora l'orso non è più necessario. Diventerà un animale di pezza. La questione non è la Crimea, la questione è che noi stiamo proteggendo la nostra sovranità e il nostro diritto a esistere".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata