Russia, omicidio Nemtsov: condannati i cinque imputati
Il leader dell'opposizione era stato ucciso a colpi di pistola

Un tribunale militare di Mosca ha dichiarato colpevoli dell'omicidio del leader dell'opposizione Boris Nemtsov i cinque uomini ceceni che erano imputati. La maggioranza dei membri della giuria ha ritenuto che Zaur Dadayev, agente dei servizi speciali della Cecenia al momento dell'arresto, sia stato l'autore materiale dell'assassinio, sparando almeno sei volte contro Nemtsov nei pressi del Cremlino. Secondo il verdetto, ha partecipato attivamente all'omicidio anche Anzor Gubashev, mentre gli altri tre condannati hanno partecipato ai preparativi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata