Russia, Medvedev: Nessuna intenzione di tornare all'ora legale

Mosca (Russia), 7 feb. (LaPresse/AP) - Il primo ministro russo Dmitry Medvedev non ha nessuna intenzione di fare marcia indietro e rivedere la decisione di abolire l'alternanza tra ora solare e ora legale, mantenendo la sola ora estiva. Il decreto fu firmato da Medvedev quando era presidente, nel 2011, e suscitò le proteste di molti cittadini. L'attuale fuso orario di Mosca è di quattro ore in avanti rispetto all'orario di Greenwich. A dicembre il presidente russo Vladimir Putin aveva ipotizzato che la decisione potesse essere rivista a breve, perché la differenza di orario potrebbe essere un problema per gli europei che vorranno guardare in televisione le gare delle Olimpiadi invernali di Sochi nel 2014.

Il quotidiano Izvestia, vicino a Putin, ha riferito oggi che il governo avrebbe già preso la decisione di passare in maniera permanente all'ora invernale, ma l'esecutivo ha subito smentito. "Il governo considera come infattibile la possibilità di cambiare di nuovo il fuso in questo momento", ha spiegato Medvedev, aggiungendo: "Non facciamo movimenti bruschi e viviamo in queste condizioni senza fare ulteriore confusione. Dobbiamo monitorare la situazione e analizzare ancora una volta le opinioni di esperti, medici e cittadini".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata