Russia, Camera alta approva legge anti-proteste

Mosca (Russia), 6 giu. (LaPresse/AP) - La Camera alta del Parlamento russo ha approvato con 132 voti favorevoli e uno solo contrario la proposta di legge per aumentare di 150 volte le multe ai partecipanti di manifestazioni non autorizzate. La controversa legge arriverà ora sul tavolo del presidente Vladimir Putin per la firma finale. La norma alza le multe per le proteste non autorizzate da 2mila a 300mila rubli (da 49 a 7.380 euro). Molti vedono la bozza di legge come una risposta del Cremlino all'ondata di proteste di piazza organizzate dagli oppositori di Putin.

Questa mattina, l'ex vicepremier russo Alexei Kudrin, che lo scorso inverno si è schierato con l'opposizione, aveva definito il disegno di legge incostituzionale. In un comunicato diffuso sul suo sito web, Kudrin sostiene che la norma violi il diritto costituzionale di associazione e per questo ne chiede una rapida revisione. Il governo del presidente Vladimir Putin vuole che la bozza diventi legge entro martedì prossimo, quando gli attivisti dell'opposizione hanno in programma un'ampia protesta a Mosca.

Autorità e polizia di Mosca, ha commentato Alexei Navalny, noto attivista dell'opposizione che organizza manifestazioni di protesta di frequente, "stanno facendo del loro meglio per provocare un conflitto". Navalny ha spiegato poi che le autorità della capitale russa hanno rifiutato oggi di dare l'ok a una manifestazione per martedì prossimo in centro, in strada Tverskaya. Il consiglio comunale di Mosca ha motivato il no sostenendo che strada Tverskaya e altre zone centrali della capitale saranno impegnate per eventi del Giorno della Russia, festività nazionale. Navalny ha spiegato che l'opposizione acconsentirà a marciare in un altro luogo ma, con o senza permesso, la protesta si terrà comunque.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata