Russia, blitz guardia costiera su nave Greenpeace nell'Artico

Mosca (Russia), 26 ago. (LaPresse/AP) - Funzionari della guardia costiera russa sono saliti senza autorizzazione a bordo della nave di Greenpeace che si trova nell'Artico per protestare contro i progetti di trivellazione offshore di Rosneft ed ExxonMobil al largo delle coste occidetanli della Siberia. Il gruppo ambientalista ha fatto sapere in una nota che gli agenti sono saliti sulla nave dopo che gli attivisti avevano fatto scendere dei gommoni con striscioni che recitavano 'Salvare l'Artico' vicino a una nave per le esplorazioni petrolifere che lavora per Rosneft. Mercoledì scorso le autorità di Mosca avevano impedito al rompighiaccio dell'organizzazione, chiamato Arctic Sunrise, di entrare nel mare di Kara, a nord della Siberia occidentale, ma sabato mattina la nave lo ha fatto lo stesso. Greenpeace e altre organizzazioni per la protezione dell'ambiente hanno avvertito che le trivellazioni nelle zone isolate dell'Artico potrebbero portare a fuoriuscite disastrose, mettendo a rischio pesci e altri animali selvatici che già soffrono a causa del riscaldamento globale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata